BioenTech | Attività
10992
page,page-id-10992,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-1.7,vertical_menu_enabled,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.5,vc_responsive

L’obiettivo principale di Bioentech S.r.l. è la fornitura di tecnologie da inserire nelle zone industriali e rurali con l’obiettivo di produrre prodotti finiti e tecnologie basate sull’uso della biomassa.

PRODOTTI E TECNOLOGIE

carbonIMPIANTO PER LA CABONIZZAZIONE BIOMASSA/PRODUZIONE ENERGIA TERMICA

La produzione di carbone vegetale è un’alternativa molto attraente, data la crescita generale del consumo di carbone, rappresentando anche un’opzione per la generazione di calore ed elettricità dalla biomassa. Bioentech s.r.l., grazie al suo background sulle tecnologie per la produzione di biocombustibili solidi e liquidi, ha sviluppato una tecnologia proprietaria per la carbonizzazione della biomassa e la produzione di energia termica.

DESCRIZIONE PROGETTO

    • CONTESTO:  tecnologie bassate sulle Biomasse

 

    • AREE DI APPLICAZIONE: Zone rurali e industriali

 

    • MERCATI: Biocombustibili solidi per riscaldamento ed energia

 

    • OBIETTIVI: Sviluppo di un progetto basato su impianti di conersioni innovativi per la produzione di carbone vegetale
innovazione-carbon
carbon2

ELEMENTI INNOVATIVI

    • Costruzione di un reattore ossidativo trasportabile idoneo per la torrefazione e carbonizzazione della biomassa

 

    • Sistema di continuo con alto rendimento di conversione

 

    • Possibilità di recupero del calore dei gas di combustione

 

    • Massiccia riduzione delle emissioni inquinanti

 

    • Basso investimento
CARBON-INTEGRATO

La carbonizzazione è dunque una valida alternativa per diversificare i redditi delle aziende che operano nel settore forestale (e per i piccoli distretti industriali) ed aumentarne i ricavi, grazie alla tecnologia CarbON, operante in continuo, che permette di:

  • Produrre un biocombustibile solido (charcoal) dall’elevato valore aggiunto in un mercato consolidato ed in continua crescita.
  • Produrre contemporaneamente energia termica, grazie alla combustione dei gas di pirolisi generati dal processo, con emissioni inquinanti sensibilmente minori rispetto ai sistemi tradizionali per la produzione di carbone vegetale
  • Ottenere multi-prodotti (carbone vegetale e biochar) dall’impianto, permettendo di allargare il mercato del settore forestale.
  • Adattare i concetti di bioprodotto e bioraffineria a schemi più semplici e piccoli, idonei anche per le aziende agricole europee.
  • Esercire un impianto più semplice e con costi di investimento minori rispetto agli impianti per la produzione di energia elettrica da biomassa (quali ad esempio i gassificatori).
  • Svincolare l’idea imprenditoriale dalla presenza di incentivi
  • Ottenere un prodotto rispondente alle norme
piro1SISTEMI DI PULIZIA GAS PIROLITICI

Ambito di applicazione

La pirolisi è un processo di conversione termochimica, molto utilizzato nell’industria di raffinazione petrolchimica. Di notevole interesse è l’applicazione di questo processo alla biomassa. Dal processo si ottengono, in quantità diverse a secondo delle condizioni operative, tre prodotti: un gas, un liquido ed un residuo solido.

Questa applicazione è spesso utilizzata anche nella ricerca: l’aspetto più interessante è dato dalla possibilità di utilizzare il bio-crude-oil, ottenuto dalla condensazione della frazione gassosa condensabile che si forma durante il processo, che può essere utilizzata a fini energetici o come base per ottenere un carburante alternativo o, ancora, per identificare composti chimici di interesse presenti al suo interno.

Per utilizzare il gas a scopi energetici (produzione di energia termica tramite combustione del gas, questo deve essere preventivamente pulito dalle sue componenti condensabili (TAR).

Bioentech ha progettato e sviluppato su commessa, due sistemi per la pulizia dei gas di pirolisi installati presso due impianti a Taranto e Catania.

COMMESSA 1

    • COMMESSA: Università degli Studi di Catania- Progetto BIO4BIO. Codice progetto: PON02_00451_3362376

 

    • UBICAZIONE IMPIANTO: presso “Plastica Alfa” s.r.l. – Caltagirone (CT). Impianto progettato da Bioentech s.r.l. e realizzato in collaborazione con Tea s.rl.

 

    • CONTESTO:  tecnologie bassate sulle Biomasse

 

    • AREE DI APPLICAZIONE: Sviluppo impianto di pirolisi per attivitá di ricerca

 

    • DESCRIZIONE COMMESSA:Progettazione e dimensionamento del sistema di raffreddamento e decontaminazione del syngas da installare in seno ad impianto prototipale di pirolisi. Il pirogas è ottenuto tramite un piroizzatore a tamburo rotante da biomasse residuali del settore agroindustriale, effettuato in atmosfera inerte a temperature variabili tra i 400 *C e i 700 °C, con una portata variabile tra 5 e 20 Nm3/h. L’impianto realizzato attua una pulizia completa del gas tramite uno scrubber venturi e due torri di lavaggio ad acqua.

COMMESSA 2

    • COMMESSA: Cartigliano SPA – impianto installato a Taranto, progettato e realizzato da Bioentech s.r.l.

 

    • UBICAZIONE IMPIANTO: presso “Depurkimica s.r.l.”  – Taranto (TA).

 

    • CONTESTO:  tecnologie bassate sulle Biomasse

 

    • AREE DI APPLICAZIONE: Sviluppo impianto di pirolisi per attivitá commerciale

 

    • DESCRIZIONE COMMESSA: Il sistema di condensazione è progettato per lavorare con una portata di incondensabili pari a 3 kg/h e di vapori di pirolisi pari a 2 kg/h ad una temperatura di ingresso di massimo 700°C e pressione circa pari alla atmosferica.Il sistema prevede l’utilizzo di 3 condensatori in acciaio inox AISI 316 posti in serie, di un ventilatore predisposto per l’aspirazione dei gas di pirolisi, di un radiatore per il raffreddamento dell’acqua di condensazione e di un quadro elettrico per la gestione dei componenti costituenti il sistema.L’impianto realizzato attua una pulizia completa del gas tramite tre scambiatori a fascio tubiero e mantello.