BioenTech | Societá
21214
page,page-id-21214,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-1.7,vertical_menu_enabled,wpb-js-composer js-comp-ver-4.3.5,vc_responsive

La Societá

BioenTech è una start-up innovativa che opera nel campo delle energie rinnovabili e, in particolare, della biomassa.

Bioentech si propone di progettare, sviluppare e commercializzare prodotti e tecnologie basate su processi biologici e termochimici al fine di creare prodotti e migliorare l’efficienza dei processi di conversione della biomassa, ed in particolare:

Sviluppo di processi impiantistici e realizzazione di impianti pilota, dimostrativi e commerciali atti a creare prodotti industriali, energetici, chimici ed alimentari (food-feed), attraverso tecnologie di conversione termochimica, biochimica e biologica delle biomasse;

Produzione e commercializzazione di impianti industriali ad alto valore tecnologico, in particolare di quelli derivanti da processi termochimici, biochimici e biologici di trattamento delle biomasse; tecnologie di processo ed impiantistiche nel settore delle bioenergie e del food/feed;

Produzione e commercializzazione di prodotti bioenergetici e food/feed, realizzati attraverso detti impianti innovativi o commercializzati attraverso impianti acquisiti da terzi o licenze ed accordi commerciali;

Sviluppo e commercializzazione di impianti innovativi.

Lo Staff
L’azienda è composta da 5 soci fondatori con un background scientifico ed imprenditoriale elevato.
Renato Nistri

Renato Nistri

CEO di Bioentech. Ha conseguito la laurea in Ingegneria Meccanica presso l’Università di Firenze, dove ha eseguito uno studio sulla produzione di biodiesel in Europa e Sud America. Dopo la laurea ha vinto un assegno di ricerca dal titolo “conversione termochimica della biomassa tradizionale e non convenzionale: studio di prodotti e dei loro usi energetici”, al fine di continuare il lavoro sui progetti europei e nazionali in materia di energie rinnovabili e di produzione e ottimizzazione delle filiere produttive legate ai biocarburanti, in particolare modo all’etanolo di seconda generazione.

Ha preso parte alla stesura della relazione per la direzione Generale Energia dell’Unione Europea ” “Feasibility studies for first of a kind commercial sustainable biofuel projects: A guidance document”.

E’ registrato come ingegnere professionista presso l’Ordine degli ingegneri della Provincia di Firenze.

Contatta

Paolo Taddei Pardelli

Paolo Taddei Pardelli

Si è laureato in ingegneria meccanica presso l’Università di Firenze, con la tesi dal titolo: “Sviluppo di modelli di simulazione per le questioni ambientali” che ha avuto come obiettivo principale la revisione di un programma CFD.

Dopo la laurea ha lavorato per un anno presso Curwood & Sons Ltd (società di costruzioni) a Montreal presso la McGill University e ha conseguito il “Certificate of English Proficiency”.

Al suo ritorno in Italia è stato assunto da General Electric a Firenze, dove ha lavorato per 3 anni in attività di sviluppo nella divisione di turbine a gas per impianti di cogenerazione.

Dal 2000 al 2003 ha lavorato presso uno studio professionale di progettazione e consulenza nel campo dei progetti di impianti civili e industriali su scala nazionale per clienti, tra gli altri, come Alitalia, Breda Railway Construction e Pharmaceutical Military.

Contatta

Andrea Maria Rizzo

Andrea Maria Rizzo

Ha concluso il suo dottorato di ricerca in Ingegneria Industriale presso l’Università di Firenze. Le sue attività sono focalizzate sulla produzione di bioliquidi e biocarburanti, sia da materie prime lignocellulosiche che da residui mediante processi di pirolisi e gassificazione, sulla loro caratterizzazione e sull’uso in motori primi adattati. Si è interessato alle tecnologie ed ai processi di conversione termochimica, ai processi di produzione di biodiesel da materie prime alternative ed ai processi di torrefazione. Ha lavorato a diversi progetti di ricerca internazionali con le principali aziende ed istituzioni italiane e straniere. E’ registrato come ingegnere professionista presso l’Ordine degli ingegneri della Provincia di Firenze dal 2010.

Contatta

David Chiaramonti

David Chiaramonti

Il suo interesse principale è la produzione e l’utilizzo dei biocarburanti (liquidi, gassosi e solidi), e il suo lavoro copre i processi di conversione termochimica della biomassa, nonché la produzione di biocombustibili liquidi. Svolge anche il ruolo di segreteria tecnica del gruppo “Leaders for Sustainable Biofuels”, presiede il Consiglio consultivo per la ricerca del DBFZ (German Biomass Research Center), agisce in qualità di esperto per la Commissione Europea, per i Ministeri e le autorità regionali e locali, e coordina varie progetti nazionali ed europei su questi temi.

E’ stato un membro della IEA Bioenergy Task 34 (Pirolisi delle biomasse), ed è entrato a far parte del Task 39 (biocarburanti liquidi) nel 2010 come “Country Representative” per conto del gruppo Mossi & Ghisolfi e dell’Università di Firenze.

E’ stato Segretario Generale della Società Italiana di bioenergia e Agro Industria (SIBA), ed è membro delle piattaforme italiane ed europee sui Biocarburanti.

 

Contatta

Matteo Prussi

Matteo Prussi

Ingegnere industriale specializzato in energie rinnovabili, soprattutto sui temi legati alle bioenergie e ai biocarburanti e alle tecnologie per la produzione di energia da fonte rinnovabile.

Il suo interesse principale è la produzione e l’uso dei biocarburanti, lo studio dei processi di conversione termochimica della biomassa, nonché la produzione di biocarburanti liquidi da materie prime alternative (alghe) ed il loro uso.

E ‘stato coinvolto come specialista in diversi progetti di ricerca e sviluppo e di convalida e verifica degli stessi supportati dalla Commissione Europea e da progetti di cooperazione internazionale.

Contatta